Chi è Adele

Adele Lo Feudo

Adele Lo Feudo, in arte ALF, nasce a Cosenza nel 1967.

Dopo gli studi classici e la laurea in giurisprudenza si trasferisce a Perugia dove la sua vita prende la via dell’arte.

Si diploma interior designer ed insegna per 7 anni in questo settore.

Riprende a dipingere e consegue il diploma di maestro d’arte.

La prima personale è “Ali per volare” del 2010 a cui seguono Fucsia nel 2011; Tante mani per … nel 2012; Anima e Corpo e Riflessioni nel 2013; Artista d’avorio, Qui non si muore e Motus Terrae nel 2014; Messi a Nudo nel 2015; Presenze/Assenze: IO SONO! nel 2016; Per giungere fino a te nel 2017; Gocce di un unico mare, Al di sopra degli stagni al di sopra delle valli e Il volto e l’anima. Sguardi di donna nel 2018.

Organizza eventi come “Un petalo rosa … per non dimenticare”, coinvolgendo 65 artiste in un programma antiviolenza sulle donne, con donazione ad una fondazione delle opere esposte a Perugia e Cosenza.

Nel 2016 realizza, con la partecipazione di 106 artisti, il progetto “I Maccaturi”, che partendo dalla tradizione delle filande calabresi, tratta il tema del recupero dei valori del passato.  Le opere, donate al Comune di Mendicino,  sono esposte a Palazzo Campagna.  

Nell’ottobre del 2017 partecipa con dodici opere all’asta silenziosa organizzata presso il Manhattan Midtown Hotel di New York nel corso della serata di gala del Columbus Day.

Nell’agosto 2013 interpreta a Papasidero la sua prima performance, Vita. Nel 2014 è la volta di L’altra io, Spes e Dolce sollievo. Nel 2015 Ciclo ed Oikia. Nel 2017 interpreta “E’ mio”, performance ispirata da un pensiero del brigante Carmine Crocco e “Per giungere fino a te”, dedicata al suo percorso artistico e personale. Nel 2018 “Gocce di un unico mare”.

Le sue opere sono inserite in collezioni private e pubbliche.

 

Emerging artist Adele Lo Feudo (Cosenza, Italy, 1967 -) began her career while working as an interior decorator in a design outfit. Starting from 2010 she participated in over thirty-five different group and solo exhibits.  Her signature style, which now belongs to private and public collections, depicts human figures as the windows of the soul, and particularly the challenges women artists face due to gender biases in the mainstream art world.

Adele Lo Feudo has earned several honorary recognitions, and participated in many distinguished galleries, including the Fondazione Mazzoleni  (Venice, Italy);  she is also a performance artist and and author (I Maccaturi, 2014, Jean-Luc Bertoni Publisher). As of 2015, she has been selected by World Wide art Books publication of Current Masters to showcase her work as an up-and-coming artist in the United States.